Forteto: Bellucci, Commissione d’Inchiesta dopo 40 anni 


(ANSA) – Viene finalmente istituita la Commissione d’Inchiesta sui drammatici fatti che sono avvenuti nella comunità “Il Forteto”, con quarant’anni di ritardo rispetto alla prima condanna di Rodolfo Fiesoli per maltrattamento aggravato e atti di libidine.

Mi auguro che la Commissione possa fare finalmente luce sui quarant’anni di orrori perpetrati da Rodolfo Fiesoli, Luigi Goffredi e da tutti quelli che insieme a loro hanno maltrattato e abusato degli oltre 60 bambini che gli erano stati affidati.

Per troppi anni le Istituzioni si sono rese complici delle atrocità commesse dai vertici del Forteto, nella rossa Toscana amministrata da sempre dalla sinistra. Una complicità meschina, quella instauratasi infatti tra i maggiori esponenti della sinistra italiana e i gestori della Comunità “Il Forteto”. Nel 2010, il PD onorò la diabolica mente del Fiesoli, conosciuto come il Profeta, con la presentazione del suo libro in Senato, così come Di Pietro, nel 2011, scrisse la prefazione del libro di Fiesoli, in coincidenza della sua candidatura nel Mugello, sede del Forteto.

Quarant’anni per istituire una Commissione d’Inchiesta sono troppi. Le Istituzioni, innanzitutto, devono chiedere scusa alle vittime del Forteto per la sofferenza che e’ stata recata loro e per la giustizia che non e’ ancora stata fatta.

(ANSA) – ROMA, 27 FEB

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà pubblicato.